Il carnefice di sentimenti.

Non sei l’uomo nudo più bello che abbia visto
non sei neanche l’uomo nudo più bravo
a dirla tutta
ci sono stati uomini vestiti più bravi e più belli.

Tu però mi hai rubato il cuore
e anche qualche altro pezzo di corpo
per nasconderli tra le molle di un divano letto scomodo
dove sai che non sarei mai andata a cercarli.

Sfoglio le pagine di uno dei tuoi libri
sposto un cuscino e ci trovo sotto
una ciocca di capelli, un dito
un calzino con il piede ancora dentro.

E mi chiedo
quand’è che l’ho lasciato lì
che non mi ricordo neanche
di averlo perso.

Senti i tuoi rumori dalla parete sottile del bagno
e mi sembra che non ci sia niente di più semplice
che stare seduta qui
e sentirti tirare lo sciacquone.

Intanto ritrovo i pezzi di me che avevi nascosto
o forse li avevo nascosti io per non lasciarti mai solo
per avere una scusa per tornare
nella tua casa piccola, con il divano letto scomodo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...